ChromaPick – Colorimetric Imaging System

ChromaPick è un sistema per misure colorimetriche in modalità imaging, ovvero un sistema che acquisisce immagini in alta risoluzione fornendo i valori delle coordinate colorimetriche per ogni punto della scena o dell’oggetto ripreso.

ChromaPick fornisce la misura esatta del colore secondo gli standard internazionali, ed è l’ideale sia per il confronto di misure colorimetriche tra oggetti diversi sia per confronti tra misure di colore dello stesso oggetto acquisite in tempi diversi.

Grazie all’alta risoluzione del sistema è possibile misurare il colore di dettagli anche molto piccoli: infatti, contrariamente ai normali colorimetri in commercio, che restituiscono solo il colore medio di una certa area di misura, ChromaPick consente di avere la misura di colore assoluto per ogni singolo punto dell’immagine, con un dettaglio che può spingersi, in modalità marco, fino a qualche decina di micron.

Tutto il sistema, estremamente maneggevole e portatile, è costituito da una fotocamera digitale ad alta risoluzione (disponibili soluzioni da 24, 36 e 47 megapixel), da un set di riferimenti cromatici e fotometrici costruiti con materiale NCS altamente stabili, e da una illuminazione a luce controllata. Questi elementi, insieme al software di calibrazione sviluppato da Profilocolore (PickCross), permettono di caratterizzare dal punto di vista colorimetrico, cromatico e fotometrico, in modo assoluto la scena ripresa.

Il sistema opera in campo libero senza vincoli di spazio e può analizzare campioni di qualsiasi genere e di dimensioni da pochi centimetri a diversi metri mantenendo la stessa precisione radiometrica nelle misure.

Tipici set di ripresa includono analisi di opere d’arte, analisi della scena del crimine, analisi di materiali e superfici, e, con una versione del sistema particolarmente avanzata e leggera (250 grammi), analisi del territorio e della vegetazione da droni.

 

Qui a fianco viene mostrato un esempio di ripresa di uno stendardo antico (pittura su tessuto in seta rossa del 1595, dettagli).

Sulla porzione da esaminare vengono apposti riferimenti radiometrici, fotometrici e colorimetrici (costituiti da materiale NCS) che permettono di caratterizzare in modo esatto le condizioni di ripresa, qualunque siano l’ambiente e le circostanze di ripresa. Una volta caratterizzato il set di ripresa vengono eseguite che poi verranno calibrate e diventeranno misure imaging punto per punto.

 

Il sistema consente anche di eseguire riprese in fluorescenza grazie a sorgente UV integrata nel sistema di illuminazione.

Le metodologie e tecniche di ripresa messe a punto da Profilocolore, ed implementate in ChromaPick, permettono di operare nelle condizioni di illuminazione più difficili garantendo sempre una perfetta uniformità, correttezza e costanza di esposizione. Questo consente di integrare il sistema anche all’interno di una struttura di lavoro e di un work-flow già esistenti, ad esempio per monitoraggio della qualità in unità di produzione.

Il sistema ChromaPick restituisce immagini calibrate nei diversi spazi colore secondo gli standard CIE, ISO, UNI ed è possibile scegliere le modalità desiderate (XYZ, CIELAB, diversi illuminanti: D65, D50, etc., diversi spazi colore: AdobeRGB, sRGB, etc., e diversi modi si confronto tra colori: dE, dE2000, CMC[2:1], CMC[1:1]), inoltre i file immagine risultanti possono essere registrati nei più diffusi formati (JPEG, TIFF 8 e 16 bit, PNG).

Il sistema è quindi completamente standard ed i risultati ottenuti possono essere trattati con qualunque software commerciale.

La precisione colorimetrica di ChromaPick viene certificata ed il sistema viene utilizzato come riferimento anche nella determinazione di colorazioni commerciali. Nella immagine è visibile una porzione di edificio con due superfici che presentano aspetto diverso, contrariamente a quanto desiderato dal cliente. Una perizia condotta con l’ausilio di ChromaPick ha consentito di determinare le cause della differenza di aspetto ed ha escluso una responsabilità del produttore di colore, avendo trovato differenze cromatiche e strutturali nel sottofondo che hanno influenzato la resa cromatica finale.

Specifiche tecniche

ChromaPick

Sistema di acquisizione immagini composto da:

  • Fotocamera: Nikon D810 da 36 Mpixel
  • Obiettivo Nikon NIKKOR AF-S 24-120MM F/4G ED VR
  • Illuminazione: 2 flash Nikon SB910 con modifica Profilocolore per riprese in luce visibile ed ultravioletta (fluorecenza) tramite filtro custom
  • Accessori vari (stativi, agganci flash,altro)
  • Riferimento colorimetrico: Colorchecker Profilocolore con materiale NCS da 36 elementi
  • Riferimenti radiometrici e fotometrici: elementi mobili di materiale NCS con bianco di riferimento
  • PickCross – Software di calibrazione: conversione da RAW o RGB fotocamera ad immagini in colorimetria CIELAB e XYZ (osservatore 2° e 10°) e nello spazio colore standard AdobeRGB, con file nei formati TIFF (8 e 16 bit), JPEG e PNG
  • Training di 2 giorni presso Profilocolore

ChromaPick Opzionale

  • Computer per l’elaborazione dei dati ThinkPad T470s
  • Monitor professionale BenQ SW2700PT 27″ – wide gamut – IPS con hardware di calibrazione interno
  • Sistema spettrofotometrico per profilazione monitor, videoproiettore e stampante x-rite i1 Publish PRO 2

 

Scroll Up