Multispectral Imaging

Grazie alle competenze nella misura spettrale, nella progettazione ottica, nel color management e nella elaborazione di immagini, Profilocolore ha messo a punto tecniche di Multispectral Imaging uniche nello scenario internazionale.

Partendo dalle basi della colorimetria standard, Profilocolore ne ha sviluppato una estensione che comprende, ad oggi, una porzione degli UV ed una porzione più estesa degli IR e che copre la porzione di spettro elettromagnetico dai 300 ai 1000 nm in 7 bande equidistanti.

Battezzata Hypercolorimetry, la colorimetria estesa di Profilcolore si basa sull’equivalente delle Color Matching Function della CIE in una versione ottimizzata per cogliere il massimo della saturazione degli spettri attraverso 7 Hypercolor Matching Functions, ad equienergia e spanning massimo, che assegnano ad un generico spettro tra i 300 ed i 1000 namometri 7 coordinate ipercolorimetriche.

La teoria della Hypercolorimetry trova piena realizzazione nell’uso delle fotocamere digitali Nikon modificate Full Range in combinazione con un set di filtri custom e con un software di calibrazione e di analisi dedicato alla specifica applicazione. Una ripesa multispettrale eseguita in questa modalità fornisce una set di dati della scena ripresa dal quale una grande quantità di informazioni che includono e superano quanto sino ad oggi fatto, come ad esempio immagini UV ed IR a riflessione o immagini di fluorescenza.

Il software dedicato all’analisi multispettrale impiega sofisticati algoritmi di messa a registro di immagini, di analisi statistiche e di gestione delle ROI (region of interest) per fornire all’operatore una gamma di strumenti estremamente ricca per le analisi e per il salvataggio dei risultati.

Le tecniche multispettrali vengono poi combinate con le tecniche di mosaicatura e ricostruzione di immagini più grandi a partire da set di immagini più piccole, per raggiungere soluzioni uniche di riprese multispettrali in alta risoluzione, di estremo valore in molti campi tra i quali l’indagine non invasiva di opere d’arte e l’analisi della scena per l’investigazione.